Fondo perduto Covid: le istruzioni ci sono, lunedì 15 giugno via alle richieste.

Subito una una precisazione: non sarà un “click day”. lmLe domande potranno essere presentate nell’ampio arco di tempo di 2 mesi circa e dunque non ci sarà bisogno della 0,4 di caffè.

MODELLO E ISTRUZIONI

Fondo perduto Covid: le istruzioni ci sono, lunedì 15 giugno via alle richieste.

Mettiamo subito le mani avanti con una precisazione: non è un “click day”. le domande potranno essere presentate nell’ampio arco di tempo di 2 mesi circa e dunque non ci sarà bisogno della 0,4 di caffè. Con un comunicato stampa l’Agenzia delle entrate ha annunciato il proprio provvedimento attuativo con tutte le indicazioni utili.

Riportiamo qui per comodità stralci del comunicato stesso – MODELLO E ISTRUZIONI


L’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per richiedere il contributo a fondo perduto previsto dal Dl Rilancio. In attuazione dell’articolo 25 del Decreto, un provvedimento di oggi del Direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini, definisce i passi da compiere per richiedere e ottenere il contributo a fondo perduto a favore delle imprese e delle partite Iva colpite dalle conseguenze economiche del lockdown. In particolare, il provvedimento approva il modello per la richiesta, che potrà essere predisposto e inviato – dal primo pomeriggio del 15 giugno 2020, anche avvalendosi di un intermediario – mediante il canale telematico Entratel oppure mediante un’apposita procedura web che l’Agenzia delle Entrate attiverà all’interno del portale Fatture e Corrispettivi del sito www.agenziaentrate.gov.it. Una guida – pdf dell’Agenzia delle Entrate, già consultabile online, spiega inoltre tutti i dettagli della misura, dai soggetti interessati, del calcolo del contributo nonché le indicazioni per richiederlo.

I requisiti per ottenere il Bonus –  La guida dedicata delle Entrate spiega nel dettaglio quali sono le condizioni per ottenere il contributo. In sintesi, il contributo a fondo perduto spetta qualora siano soddisfatti due requisiti. Il primo consiste nell’aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro. Il secondo requisito da soddisfare per ottenere l’erogazione del contributo a fondo perduto è che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’analogo ammontare del mese di aprile 2019. Ma ci sono due eccezioni a questo caso generale: il primo in cui il soggetto interessato abbia avviato la propria attività a partire dal 1° gennaio 2019 (il contributo spetta allora a prescindere dal calo del fatturato). Lo stesso per i soggetti con domicilio fiscale o sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi (sisma, alluvione, crollo strutturale), ancora in emergenza al 31 gennaio 2020 (dichiarazione dello stato di emergenza da Coronavirus).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Fondo perduto Covid: le istruzioni ci sono, lunedì 15 giugno via alle richieste.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *