Chi ha detto, o dice, che in una città a vocazione turistica la Cultura vera non possa avere un peso fondamentale?
Non solo discoteche, locali di un certo tipo e situazioni frivole sono necessari, oltre nel nostro caso al mare ed alle attività sportive in spiaggia e non, ma anche e soprattutto eventi musicali anche in ambiti come Classica, Lirica e Opera, e poi Storia, Cinema, Letteratura e Arte.Questo è vero semplicemente perché tutte le fasce di età, appartenenza sociale e livello culturale hanno il diritto di trovare ciò che amano in un luogo nel quale si recano per ricaricarsi, ricrearsi e rilassarsi. Sarebbe doveroso "coprire" tutti i gusti e le esigenze ma spesso non è così e allora bisogna confidare in uomini e donne di buona volontà.

Per fortuna di tanto in tanto qualcuno ci aiuta. Nella serata dello scorso 31 luglio la Scalinata del folklore, grazie all'opera della sezione termolese della AVIS, si è vestita della grandezza della Turandot di Giacomo Puccini, con "Nessun dorma", diretta dal sempre perfetto maestro Leonardo Quadrini , interpretata dal tenore Francesco Fortes e dal soprano Valentina Iannone e musicata dalla Grande orchestra sinfonica russa di Udmurtia. Presentazione, ottima, firmata Tonino Bernardelli e soddisfazione meritatissima per il presidente dei donatori di Termoli, Mario Ianieri, così come per i suoi preziosi collaboratori.
C'è stato tutto: le voci, incisive e significative, il celebre acuto e il pubblico delle grandissime occasioni. Il concerto, organizzato e vissuto in simbiosi con il grande valore della Solidarietà, è stato uno di quei successi che segnano l'estate termolese, che anche dopo molti anni ancora identificano quella annata, fissata nella memoria dalla nobiltà di certe occasioni speciali.
A proposito: gli stessi interpreti hanno eseguito il nostro Inno Nazionale, con l'immenso pubblico in piedi. Oltre alla Solidarietà, dunque, è stato esaltato il valore dell'unità nazionale, sempre così sofferente a causa di tante questioni che di certo non tratteremo in questa sede. Ci basta aver osservato il grande coinvolgimento e aver immaginato Goffredo Mameli affiancare Puccini su quel palco.
L'evento ha celebrato, oltre che il 36mo anniversario della fondazione della locale AVIS, per la seconda volta il maestro Giuseppe Ragni, finissimo musicista solista di flicorno sopranino, o "flicornino". Musica nella Musica, dunque, nel doveroso omaggio all'interprete termolese.
Complimenti a tutti per una serata che possiamo definire solo eccezionale.
Video.
> Inno nazionale italiano: https://www.youtube.com/watch?v=pkdXjpWHqVU&feature=share
> Nessun dorma: https://www.youtube.com/watch?v=BCBVjsuq7H8&feature=share

38201134 2129984570616136 2795687272022802432 n

In visita...

Abbiamo 154 visitatori e nessun utente online