Home informazione

Home Estate termolese 2019 30 luglio alla Scalinata del Folklore: Nessuno ha dormito.

30 luglio alla Scalinata del Folklore: Nessuno ha dormito.

Descrizione

Tocchi di classe nell’estate termolese.
30 luglio alla Scalinata del Folklore: Nessuno ha dormito.

Non è stata una serata normale quella vissuta mercoledì 30 luglio alla Scalinata del Folklore di Termoli.
Era il trentasettesimo dell’AVIS TERMOLI, era la terza rassegna dedicata al grande musicista termolese maestro Giuseppe Ragni ed era la serata dell’opera, la grande Opera italiana. Mario Ianieri, presidente della locale sezione dei Donatori di sangue, l’aveva organizzata, insieme alla sua squadra, nel modo migliore e lo si è notato subito.
La grande orchestra sinfonica russa di Udmurtia, perfetta sotto la direzione di un Leonardo Quadrini ancor più del solito in stato di grazia ed ispirato, ha eseguito un repertorio vasto, dal Barbiere di Siviglia fino a Funiculì funiculà, passando per il Brindisi della Traviata di Verdi e Granada, oltre a molto altro. Naturalmente il botto più potente, in tutti i sensi, doveva essere ed è stato il Nessun dorma che ha chiuso l’evento sulle ali della voce di un Ignacio Encinas potente, anzi poderoso, e degno esecutore della romanza per tenore della Turandot composta e firmata dal grande Puccini. Lo spagnolo è stato affiancato da altre tre splendide voci, quelle di Antonio Sarnelli De Sylva, Rosalba Colosimo e Luciana Distante. Menzione speciale per quest’ultima, soprano di alta qualità.
Al termine del pezzo forte il pubblico che ha più che gremito il suggestivo luogo della nostra città è esploso in un entusiasmo che il sottoscritto ha potuto vedere di rado. Bellissimo.
Dobbiamo ora parlare del presentatore Tonino Bernardelli, elegante sia nella forma che nella sostanza, il quale ha ad un certo momento sottolineato il grande valore aggiunto conferito alla splendida serata dalla organizzazione e promozione di quel nobile gesto che è la donazione di sangue, ricordando al pubblico i numeri strepitosi che la sezione termolese muove nel mondo della solidarietà ed in tutela della salute. Il passaggio ha inevitabilmente innescato il presidente Ianieri che di getto si è alzato, ringraziando Bernardelli per quei “venti secondi ” che sono stati un riconoscimento commovente ma soprattutto meritato e si è fatto sentire da tutti, come si deve e senza alcun bisogno del microfono!
Doverosa citazione va al SAE 112, ancora una volta presente con efficienza e discrezione a vigilare con i suoi volontari pronti ad intervenire in caso di necessità.
Applausi per tutti.
Stefano Fioretti

Il video

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “30 luglio alla Scalinata del Folklore: Nessuno ha dormito.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *